Webcam in diretta

I LAVORI SUL SISTEMA ANCORAGGIO

Cari ospiti,

Per far sì che le vostre imbarcazioni siano il più sicure possibile, Marina Veruda ha deciso di effettuare una ricostruzione completa del sistema di ancoraggio e dovremo spo ...

GDPR

REGOLAMENTO (UE) 2016/679 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla liber ...

Marina Veruda

Usa lo come punto di partenza per creare qualcosa di particolare.

Informazione

Imbarco  : sabato alle 16h
Rientrare nel porto  venerdi'  17:00
Sbarco  al massimo entro :  sabato alle 8:00
Full fuel tank

Extra : 

La pulizia finale  39ft = 140Eur, 40-50ft = 170Eur, katamaran 190Eur / Gennaker  140 € settimanale
Fuoribordo  70 €  / Reductions  15% Early booking
Note : The reductions are informative in nature. We retain the right to change them. La licenza dello skipper e' obbligatoria.

                                 Per ogni ulteriore chiarimento contattateci su: 

                                                   charter@tehmarinav.t-com.hr

                                                       Tel: +385/(0)52/397-071
                                                        Fax: +385/(0)52/397-102

Indirizzo:

TEHNOMONT d.d. 

Cesta prekomorskih brigada 12 

HR-52100 Pula Hrvatska
Ufficio: Molo 17

CONDIZIONI GENERALI

PREAMBOLO

Le condizioni generali in oggetto determinano gli obblighi e i diritti di Tehnomont d.d. e del cliente/ospite, in merito alla prestazioni di servizi di accomodamento sulle imbarcazioni durante le crociere di più giorni nell’ambito dello svolgimento di attività turistiche e commerciali (qui di seguito: servizio). 

1. PREZZO, DEPOSITO E COSTI DURANTE LA LOCAZIONE DELLA CAPACITA' RICETTIVA DELL'IMBARCAZIONE

La locazione e’ regolata con il contratto di locazione stipulato tra la TEHNOMONT s.r.l. (qui di seguito: MARINA) come titolare dell’imbarcazione / locatore da una parte, e il cliente (locatario) dall’altra parte, come pure si può stipulare dietro mediazione di un agente, nel cui caso l’agente agisce a suo nome e per conto della MARINA in qualità di locatore.

Il contratto di locazione diventa valido con il versamento dell’importo complessivo del noleggio. L’importo del nolo include l’uso dell’imbarcazione. Il locatario s’impegna a pagare il nolo come segue:

- il 50% del nolo (caparra) al momento della prenotazione nella capacità ricettiva dell’imbarcazione per un determinato periodo

- il 50% del nolo al massimo entro quattro settimane prima del periodo di noleggio nella capacità ricettiva dell’imbarcazione.

Il versamento s’effettua con la conferma della prenotazione, che la MARINA indirizza al locatario o all’intermediario subito dopo aver ricevuto la richiesta di prenotazione e dopo aver verificato la disponibilità dell’imbarcazione nel periodo richiesto. Affinché la prenotazione diventi definitiva, il locatario o l’intermediario è obbligato a versare la caparra entro 3 giorni dal giorno della conferma della prenotazione e recapitare la prova di versamento (fax o e – mail). La prova del versamento dell’importo complessivo richiesto si trasmette allo stesso modo. Qualora il locatario o l’intermediario non esegua il versamento della caparra entro i termini stabiliti, la prenotazione si annulla.

MARINA si riserva il diritto di ritirare la conferma di prenotazione entro 4 giorni dal giorno in cui l’ha confermata. In questo caso la MARINA restituirà, senza rinvio ed alcuna diminuzione, al locatario o all’intermediario l’importo versato, direttamente oppure tramite l’intermedario.

Il carburante e la pulizia finale non sono inclusi nel prezzo di locazione. Il locatario riconsegnerà l’imbarcazione con il serbatoio pieno di carburante e d’acqua, con il motore in buone condizioni, pulito e asciutto e con l’attrezzatura al posto adeguato secondo l’ordine nel momento della consegna.

2. CAUZIONE

La cauzione, stabilita dal listino dei prezzi per l’imbarcazione determinata, deve essere versata dai locatari/ospiti nel momento della consegna dell’imbarcazione. La cauzione si versa in contanti oppure mediante carta di credito /Visa, Diners, Mastercard/. La cauzione sarà restituita per intero agli ospiti qualora durante la riconsegna dell’imbarcazione non venga stabilita l’esistenza di danni o di difetti all’imbarcazione o all’attrezzatura, e qualora se nei confronti dell’ospite non esistono e nemmeno si sono presentate alcune richieste da terzi inerenti all’uso delle capacità ricettive.

In caso di perdita o di danno dell’attrezzatura, di singole parti dell’imbarcazione oppure dell’imbarcazione stessa, la MARINA ritiene la somma (parte della cauzione oppure l’importo complessivo) che corrisponde al valore della riparazione, della provvista e/o dell’acquisto dell’attrezzatura oppure di una singola parte dell’imbarcazione.  Qualora sia impossibile un noleggio successivo dell’imbarcazione a causa del danno arrecato, l MARINA ha il diritto di ritenere l’importo che corrisponde al guadagno perduto.

Gli ospiti sono obbligati a riconsegnare l’imbarcazione in tempo e sul luogo previsto dalle presenti condizioni.

In caso di riconsegna ritardata dell’imbarcazione gli ospiti devono avvertire la MARINA ed avvisare le ragioni e il tempo previsto di ritardo. Qualora ritardassero con la riconsegna oppure effettuassero la riconsegna al posto sbagliato, gli ospiti garantiscono consensualmente che per il ritardo fino a tre ore pagheranno l’importo del noleggio giornaliero, e per ogni ritardo che oltrepassa le 3 ore, pagheranno il triplo nolo giornaliero che andrà a ricoprire il danno recato alla MARINA per mancata disposizione dell’imbarcazione. Qualora il ritardo di riconsegna dell’imbarcazione sia avvenuto per avversità meteorologiche, la MARINA addebiterà consensualmente agli ospiti il nolo ordinario aumentato del 50% più l’IVA del 22%. L’avviso alla Marina sul ritardo causato dal maltempo deve essere iscritto nel diario di bordo.

3. COSTI DURANTE IL NOLEGGIO DELLA CAPACITA' RICETTIVA DELL'IMBARCAZIONE

Dopo la consegna dell’imbarcazione tutte le spese di ormeggio giornaliero nel porto di approdo o nella MARINA, le spese di carburante, olio, acqua, pulizia e altri consumi, altresì la rimozione di qualsiasi danno o difetto, che possono nascere quando l’imbarcazione si trova sotto responsabilità degli ospiti e che non sono risultato di un’usuale usura dell’imbarcazione, vanno a carico degli ospiti, a condizione che precedentemente abbiano stabilito un accordo con la MARINA sulla giustificazione tecnica della riparazione che si deve effettuare.

In caso di danni o difetti a causa di un normale e naturale logoramento dell’imbarcazione, l’ospite chiederà prima un consenso della MARINA per la riparazione dell’imbarcazione, per quanto riguarda il prezzo e la giustificazione tecnica di queste riparazioni, e l’ospite si procurerà una fattura adeguata in base alla quale sopperirà alle spese dalla MARINA dopo la scadenza del periodo nel quale l’imbarcazione è noleggiata.

4. CANCELLAZIONE DEL NOLEGGIO DELLA CAPACITA' RICETTIVA DELL'IMBARCAZIONE

Se il locatario per qualsiasi ragione non può usare l’imbarcazione prenotata e noleggiata e perciò disdice la prenotazione, è libero di cercare qualcuno che si assuma i suoi diritti e gli obblighi in accordo con la MARINA. Se il locatario non trovasse una sostituzione, la MARINA ritiene:

-  il 30% dell’importo del noleggio per la disdetta nel periodo fino ai 3 mesi prima dell’inizio di noleggio della capacità ricettiva dell’imbarcazione

-  il 50% dell’importo del noleggio per la disdetta nel periodo fino ai 2 mesi prima dell’inizio di noleggio della capacità ricettiva dell’imbarcazione

-  il 100% dell’importo del noleggio per la disdetta nel periodo fino alle 3 settimane prima dell’inizio di noleggio della capacità ricettiva dell’imbarcazione

5. RESPONSABILITÀ DEL LOCATARIO 

Per danni causati da attività o trascuratezza dell’ospite per i quali la MARINA è responsabile a terzi, l’ospite si impegna a risarcirli complessivamente alla MARINA, a prescindere da spese materiali e/o legali che risultano da tali attività o trascuratezze.

Gli ospiti sono esplicitamente responsabili per l’imbarcazione in caso di sequestro da parte di qualunque organo competente a causa di attività illecite oppure illegali intraprese, durante l’utilizzo della capacità ricettiva dell’imbarcazione  nel periodo di noleggio.

6. CONSEGNA

La consegna dell’imbarcazione avviene il sabato alle ore 16:00 e la riconsegna avviene il sabato alle ore 9:00 (ogni ora successiva si addebita l’importo di EUR 100). Il ritorno nella MARINA e’ previsto al massimo la sera prima dello sbarco (18:00 ore). Prima della consegna dell’imbarcazione l’ospite s’impegna ad esibire la prova del versamento dell’importo complessivo del nolo. Il servizio di locazione inizia il giorno della consegna dell’imbarcazione. L’imbarcazione si consegna in buono stato, pronta per la navigazione. Qualora la MARINA, per qualunque ragione, non potesse mettere a disposizione l’imbarcazione agli ospiti sul luogo prestabilito e nel tempo prestabilito, gli ospiti possono pretendere il rimborso di nolo non goduto per il numero di giorni nei quali non potevano usufruire del servizio. Il periodo prestabilito di noleggio può essere prolungato da parte degli ospiti per un periodo di tempo corrispondente al ritardo della consegna dell’imbarcazione da parte della MARINA, dietro precedente accordo con la MARINA. Se la MARINA non può mettere a disposizione l’imbarcazione sul luogo prestabilito 24 ore dopo la scaduta del termine di consegna oppure non può mettere a disposizione un’imbarcazione avente caratteristiche simili o migliori, gli ospiti hanno il diritto di recedere dal contratto e richiedere l’importo complessivo del nolo oppure richiedere l’importo del nolo per un numero corrispondente ai giorni nei quali non ha potuto disporre del servizio. È escluso ogni altro diritto di risarcimento.

7. RECLAMI

Gli ospiti s’impegnano a controllare lo stato della capacità ricettiva dell’imbarcazione e dell’attrezzatura secondo la lista dell’inventario, ed ogni eventuale osservazione deve essere presentata prima dell’inizio del viaggio.

Difetti e guasti sull’imbarcazione e/o attrezzatura che non sono notati durante la consegna, non danno diritto all’ospite di diminuire il nolo.

La MARINA prenderà in considerazione soltanto quei reclami che sono stati presentati in forma scritta e al momento della cessazione del servizio, e inoltre firmati personalmente da parte di un rappresentante della MARINA.

8. ASSICURAZIONE

L’assicurazione e’ determinata dalle condizioni stabilite da parte dell’assicuratore presso il quale la MARINA ha assicurato l’imbarcazione.

Le condizioni sotto le quali è stata assicurata l’imbarcazione sono parte integrante di queste condizioni generali, e saranno consegnate all’ospite durante la consegna dell’imbarcazione.

Il danno coperto dall’assicurazione che è inoltre in conformità alla polizza di assicurazione, e che non è stato subito comunicato alla MARINA non sarà riconosciuto. In caso della clausola precedente l’ospite è personalmente responsabile per tutti i danni nati dalla mancata comunicazione oppure di comunicazione ritardata del danno.

Le vele non sono assicurate. Le spese inerenti alle vele danneggiate vanno in ogni caso a carico dell’ospite, salvo danni nati per normale usura o qualora le vele siano state danneggiate per la rottura dell’albero. Gli ospiti devono controllare quotidianamente l’olio e l’acqua nel motore. Il danno causato per la mancanza d’olio o acqua nel motore non rientra nella polizza d’assicurazione e verrà addebitata agli ospiti.

Gli ospiti (in base alla lista dell’equipaggio) e i loro bagagli personali (effetti personali) non sono assicurati da parte della MARINA.

9. LICENZA DI NAVIGAZIONE

Unicamente l’ospite può essere alla guida dell’imbarcazione e dichiara essere in possesso di una licenza di navigazione valida (la licenza si presenta per visione all’intermediario e si recapita alla MARINA al momento della conferma della prenotazione, e al più tardi durante la consegna dell’imbarcazione).

10. CONDIZIONI DI NAVIGAZIONE

L’ospite s’impegna e dichiara che navigherà nei limiti del mare territoriale della Repubblica di Croazia, salvo diverso accordo preso precedentemente con la MARINA, di non dare l’imbarcazione in subaffitto o prestarla ad altra persona, di non partecipare a regate o altre gare, di non usare l’imbarcazione per scopi commerciali, per pesca professionale, scuole di vela e simili, di non guidare l’imbarcazione sotto effetto dell’alcool o di narcotici, che sull’imbarcazione non si troveranno più persone del previsto, di navigare soltanto durante condizioni meteorologiche favorevoli e visibilità buona. Gli ospiti si impegnano a seguire ogni giorno il meteo.

Nel caso in cui l’ospite abbia pattuito con la MARINA l’uscita dalle acque territoriali croate, in conformità con la licenza di navigazione, e’ obbligato a procurarsi personalmente e a proprie spese tutta la documentazione necessaria.

L’ospite s’impegna a rispettare le prescrizioni e le regole doganali ed altre, e si impegna di non trasportare persone o merci per compenso, di non navigare nelle zone proibite per la navigazione, di compilare correttamente un diario di bordo e lasciarlo sull’imbarcazione dopo il noleggio, di manovrare con cura l’imbarcazione, il suo inventario e l’attrezzatura e di non coinvolgersi in rimorchi di alcun’altra imbarcazione. Gli ospiti s’impegnano di intraprendere tutte le misure preventive per evitare situazioni nelle quali l’imbarcazione noleggiata si dovesse rimorchiare. Se si arriva a tale situazione, bisogna pattuire il prezzo di rimorchio con il capitano della nave prima che la nave sia rimorchiata. Il danno dell’imbarcazione deve essere subito comunicato alla MARINA.

Gli ospiti si devono comportare ai sensi di legge della Repubblica di Croazia e soprattutto devono rispettare la legge sulla pesca e le leggi sulla pesca subacquea. Inoltre non è permessa l’alienazione e la ritenzione di oggetti di valore archeologico. Qualora queste leggi si violassero, il presente contratto si scioglie e la MARINA è libera da ogni responsabilità mentre l’ospite è responsabile di fronte agli organi competenti.

In caso di un’avaria o sinistro l’ospite annoterà il corso dell’avvenimento, e chiederà l’autenticazione presso il capitano di porto, il medico oppure l’organo competente.

In caso di avaria l’ospite deve subito avvertire la MARINA, e denunciare l’avvenimento dannoso alla capitaneria di porto più vicina senza rinvii e procurare una copia autentificata della denuncia del sinistro.

I danni della parte subacquea dell’imbarcazione rientra in competenza dell’esame dell’imbarcazione, e dunque va a carico dell’ospite. 

L’ospite s’impegna di avvertire la stazione di polizia più vicina e altresì la MARINA in caso di scomparsa dell’imbarcazione, in caso d’impossibilità di guida dell’imbarcazione, e in caso di confisca, sequestro o misura di divieto di navigazione da parte di organi statali o terze persone, e di procurare la copia del verbale.

In caso di non osservanza degli obblighi citati nel presente capitolo, l’ospite risponderà personalmente alla MARINA e si assumerà tutta la responsabilità per le conseguenze.

È proibito tenere animali domestici (cani, gatti, uccelli e altri) sull’imbarcazione, salvo accordo precedente.

Considerando le condizioni meteorologiche, l’ospite si impegna di scalare le vele in tempo e non permettere che la nave navighi con le vele sotto carico maggiore di quello che permette una navigazione piacevole senza carico e fatica esagerati per le vele e il cordame.

L’ospite s’impegna di non navigare in territori che non conosce abbastanza bene, considerando le carte marittime delle quali l’ospite dispone o prima di avere adeguatamente consultato le carte marittime di un territorio determinato o altri materiali rilevanti che gli sono a disposizione, di non navigare di notte senza usare tutte le luci di navigazione e un’osservazione adeguata dalla coperta. Durante la consegna dell’imbarcazione l’ospite s’impegna di avvisare la MARINA sul corso approssimativo della navigazione (itinerario).

L’ospite non abbandonerà il porto o l’ancoraggio qualora la forza del vento è o si aspetta che oltrepassi i 23 nodi, oppure se le autorità di porto hanno vietato la navigazione oppure se la nave non è in buon stato.

L’ospite non abbandonerà il porto o l’ancoraggio affinché il danno non sia riparato da qualunque parte vitale dell’imbarcazione come il motore, le vele, il cordame, la pompa santina, il verricello (salpa ancora), i fari di navigazione, la bussola, l’attrezzatura di sicurezza e simili e nemmeno se qualunque degli impianti citati non sia in funzione.

L’ospite non abbandonerà il porto o l’ancoraggio senza un’adeguata provvista di carburante e generalmente quando le condizioni meteorologiche oppure quando l’imbarcazione e il suo equipaggio sono in condizione d’insicurezza o ambigua.

L’ospite deve quotidianamente controllare il livello dell’olio nel motore, l’acqua per il raffreddamento del motore e il funzionamento della pompa.

11. VERIFICA DELLA CAPACITA’ DI NAVIGAZIONE

La MARINA (o il suo rappresentante) può chiedere all’ospite di cui al punto 9 che egli dimostri la propria capacità di navigazione sul mare, accompagnato dal rappresentante della MARINA presente sull’imbarcazione al momento della verifica.

Se il rappresentante ritiene che l’ospite non adempie ai requisiti richiesti, la MARINA può annullare il contratto stipulato con l’ospite senza dover ritornare alcuna somma o risarcire alcun danno, oppure può incaricare una persona competente per la conduzione dell’imbarcazione, sempre che quest’ultima sia di gradimento degli ospiti e della MARINA.

Il costo di quanto detto sopra va a carico dell’ospite di cui al punto 9 ovvero gli verranno addebitati tanti giorni quanti giorni sono stati necessari per assicurare la sicurezza dell’imbarcazione e dell’equipaggio, mentre il numero di giorni li determina dalla MARINA.

I giorni di verifica delle capacità di navigazione vengono calcolati nel periodo di noleggio.

12. DISPOSIZIONI FINALI

In caso di disaccordo o controversia, si procederà ad una risoluzione amichevole e consensuale. Se ciò non fosse possibile, la contesa passa di competenza al tribunale di Pisino e incorre alle prescrizioni legali della Repubblica di Croazia.